Condominio solidale

Home / Portfolio / Condominio solidale
Condominio solidale

Vivere nel Condominio Solidale significa condividere un approccio di vita più ecologico, coniugare il proprio bisogno di privacy e di autonomia con un’equa dose di relazioni e di sicurezza.

Significa “rispolverare e recuperare” i valori e le buone pratiche ”di buon vicinato” e il dimenticato senso civico, re-inventando un nuovo stile di vita.

La persona in questo contesto può riscoprire la possibilità di poter fare cose, liberando le proprie potenzialità, mettendosi a disposizione della comunità concorrendo al miglioramento della vita e salute propria, e altrui.

Il progetto del Condominio Solidale declina il principio della solidarietà con:

  • l’abitare solidale che diventa un contesto di vita e una “formazione sociale” in itinere, simile alla società, dove il cittadino esprime la sua personalità in totale libertà, ma nel contempo risponde alla comunità stessa con i doveri di “solidarietà politica, economica e sociale” e dove, non ultimo, il sottile confine fra “bisogno di appartenenza” e “bisogno di autonomia” si trasforma in una vera e propria “alleanza” tra gli abitanti;
  • la rappresentazione concreta di un’alternativa all’abitare moderno, volta al superamento del diffuso individualismo istituzionalizzato. Partendo da unità residenziali contigue e separate per persone/famiglie, il progetto contribuisce ad una “de-costruzione” della società e alla riconfigurazione di un nuovo welfare basato sulla flessibilità e riflessività, agendo sul capitale sociale;
  • il riconoscimento e la valorizzazione delle caratteristiche delle diverse età, agevolando gli specifici percorsi di vita. Si ritiene possibile, anzi auspicabile, un’identità di interessi fra generazioni diverse, che porti ad una condivisione di capitali sociali, che produca per tutti una vita migliore rispetto a quella che, chiunque, potrebbe avere vivendo unicamente in base ai propri sforzi;
  • la risposta alla scomparsa delle famiglie patriarcali, offrendo alle persone anziane e/o fragili, la possibilità di trovare una propria identità in un contesto di welfare generativo con un rinnovato ruolo “para-familiare” e quindi di ritornare ad essere, o diventare, un componente indispensabile alla vita comunitaria.
Questo articolo è stato inserito in . Contrassegna il permalink.