Gli ingredienti dell’innovazione sociale, Bologna 5 luglio 2019

Home / News / Gli ingredienti dell’innovazione sociale, Bologna 5 luglio 2019
Gli ingredienti dell’innovazione sociale, Bologna 5 luglio 2019

Venerdì 5 luglio 2019, Roberta Massi – presidente di Cooperativa Sole interverrà alla tavola rotonda sul tema “L’innovazione sociale: driver per la crescita e la buona occupazione” nell’ambito della Conferenza della Cooperazione su Lavoro, Territori e Cittadinanza Attiva in programma a Bologna.

L’obiettivo dell’incontro è quello di approfondire il tema dell’innovazione sociale. In particolare, verrà messo al centro il ruolo della cooperazione nella promozione di buone pratiche, in un’ottica di relazioni positive fra i bisogni crescenti dei cittadini e le trasformazioni in atto nella composizione della società.

In questo contesto, l’esperienza di Cooperativa Sole, legata all’implementazione tecnologica della sensoristica in ambito assistenziale (residenze per anziani e co-housing), affronta problematiche emergenti, ma sempre più di grande attualità.

L’introduzione delle tecnologie assistive in ambiti comunitari complessi ha fatto emergere una nuova consapevolezza che, a sua volta, ha dato vita a soluzioni e modelli di integrazione con i protocolli esistenti. Tuttavia, al di là del contenuto tecnologico, restano in primo piano le norme etiche, il rispetto per le persone, la solidarietà. Questa è la ragione per cui l’innovazione sociale appare come una prerogativa delle cooperative, in quanto impegnate a tutto tondo nella massimizzazione del benessere umano.

I cardini del processo innovativo inaugurato da Cooperativa Sole si sintetizzano in:

  • migliore soddisfazione delle esigenze degli ospiti e dei lavoratori, attraverso una puntuale analisi dell’ambiente di riferimento per ottimizzare le risorse disponibili (dall’efficienza all’efficacia);
  • innovazione delle relazioni fra tutti gli attori e maggiore chiarezza dei singoli ruoli;
  • processi tecnologici che partono sempre dai bisogni delle persone, secondo il presupposto che a più high tech corrisponde inevitabilmente più high touch (più aumenta la tecnologia, più cresce il tocco umano);
  • vedere ogni singola trasformazione nel suo impatto a lungo termine, trattando in questo modo le urgenze come processi inevitabili e non alla stregua di emergenze da affrontare con improvvisazione;
  • sostenibilità economica di medio-lungo periodo per fare sì che i progetti innovativi tengano conto anche degli eventuali cambiamenti strutturali nel sistema socio-economico.

Programma

ore 9.30 Registrazione dei partecipanti

ore 10.00 Apertura dei lavori
Palma Costi | Assessore alle attività produttive, piano energetico, economia verde e ricostruzione post-sisma

ore 10.15 Introduzione
Giovanni Monti | Consulta regionale della Cooperazione

ore 10.30 Lectio Magistralis
Mario Calderini | Professore del Politecnico di Milano

ore 11.00 Presentazione dell’Osservatorio della cooperazione Emilia‐Romagna
Guido Caselli | Direttore Centro Studi Unioncamere

ore 11.30 TAVOLA ROTONDA L’innovazione sociale: driver per la crescita e la buona occupazione

OPEN GROUP | Roberto Lippi
UNICOOP | Valentina Suzzani
SOLE | Roberta Massi
@CARACOL | Antonio Pirani

Modera
Ilaria Vesentini | Giornalista Il Sole 24 Ore

ore 12.30 Conclusioni
Stefano Bonaccini | Presidente della Regione Emilia-Romagna

Share
Questo articolo è stato inserito in News. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *